PAESC – Il piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima

IL PIANO D’AZIONE PER L’ENERGIA SOSTENIBILE E IL CLIMA

Un impegno ambizioso

Tutti i firmatari del Patto dei Sindaci assumono l’impegno di superare gli obiettivi UE in termini di riduzione delle emissioni di CO2 e di aumento della resistenza ai cambiamenti climatici.

Per raggiungere questi obiettivi, gli enti locali si impegnano a:

  1. Preparare:
    • un Inventario di Base delle Emissioni e
    • una Valutazione di rischio e vulnerabilità
  2. Presentare un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima entro due anni dalla data di delibera del consiglio comunale
  3. Presentare delle relazioni di attuazione ogni secondo anno successivo alla presentazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima.

L’impegno politico formale dei firmatari ha bisogno di essere tradotto in misure e progetti. I firmatari accettano di presentare relazioni di attuazione e di essere monitorati dal Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea per l’implementazione del proprio PAESC. 

Ogni due anni, dopo la presentazione del Piano per l’energia sostenibile e il clima (PAESC), si deve monitorare la sua implementazione al fine di controllare se si è sulla buona strada. Le relazioni di attuazione hanno lo scopo di verificare la conformità dei risultati intermedi con gli obiettivi previsti. La procedura per la preparazione delle relazioni è facilitata dal modulo disponibile online, connesso a quello già esistente per il PAESC. I risultati principali raggiunti saranno pubblicati sul sito del Patto, sotto il proprio profilo per rappresentare il progresso fatto dall’ente locale.